venerdì 15 febbraio 2008

Al meme! Al meme!

Che bello, Giovanni mi invita a fare un meme, ma che dire un meme, il mio primo meme!! Che emozione! Un meme! Un meme!

...ahem, scusate, ma cos'è un meme? ;P

Girando un po' su internet una vaga idea me la sono fatta, anche se ho ancora qualche domanda che mi piacerebbe girare a chi è più esperto di blogosfera di me (praticamente chiunque). Per prima cosa: come si pronuncia? Se ha qualcosa a che fare con Richard Dawkins, allora la pronuncia è qualcosa del tipo “Mim”, se ho capito bene... E poi la netiquette dei meme: si può fare un meme cui non si è invitati ma solo perchè lo si è letto su un blog? Mi sto facendo troppo domande inutili? Non sarebbe la prima volta... In ogni caso, qualunque opinione è benvenuta!

Veniamo al meme in questione, e riportiamo le regole:
“elencare 10 accoppiamenti di cibi che nella vostra mente, palato, stanno bene insieme, che si completano, che si esaltano, che si stimolano, che uno da solo sì, ma con l’altro rasenta la perfezione!”

Qualcosa mi dice che con la mia lista metterò una seria ipoteca sulla speranza di raggiungere i 25 lettori per il mio blogghetto ma tant'è... buttiamoci!!

1 – Gelato alla crema con panna montata – questo è un ricordo di infanzia, ossia il gelato alla crema più buono che io abbia mai mangiato, quello della fu pasticceria Daniele di Via Scarlatti a Napoli. Un crema che sapeva solo di crema, non di uova, non di limone, non di vaniglia. Era solo crema. E anche la panna montata della suddetta pasticceria me la ricordo come una bontà che raramente ho ritrovato. E' un'accoppiata che ovviamente può funzionare solo a queste condizioni :P
2 - Burro e miele - la mia tartina preferita per colazione (in realtà questo è un tris, perchè anche la scelata del pane ha la sua importanza per la creazione della magia)
3 – Birra e taralli – la miglior “cena non cena”
4 – Fagiolini con cipollotto fresco – se non si hanno appuntamenti romantici
5 – Pomodori di sorrento e mozzarella di bufala - anche qui, non è proprio completo senza basilico
6 – Friarielli e… provola ;P – tanto per ribadire che sono una napoletana atipica
7 – Carote azzuppate nel barattolo della maionese – il cibo schifezza
8 – Pane cafone e olio extravergine di oliva
9 – Arance e finocchi – questa è una scoperta recentissima, e pensare che i finocchi, presi da soli, non mi piacciono per niente, mi dà fastidio perfino l'odore!!!
10 – Fave e pecorino – un regalo della mia permanenza in toscana

Per essere precisi, gli accoppiamenti sono 11 visto che uno dà il nome a questo blog... E adesso invito Ciboulette a cimentarsi, Carlo&Cristina, quella mezzalisca di mio fratello se trova il tempo tra un freelancio e l'altro dalla finestra, e anche il marito, un altro indaffarato cronico!
Saluti e illuminatevi di meno!

13 commenti:

Ciboulette ha detto...

Ciao Elisabetta!!!
Che buoni i tuoi accoppiamenti (tranne fave e pecorino, io l'odore del pecorino non lo posso sentire neanche da lontano!!), soprattutto quello del gelato alla crema, anzi, se questa gelateria esiste ancora devo provare a farci un salto!!!
Grazie dell'invito, lo accetto volentieri...baci!!!

Ciboulette ha detto...

Ciao Elisabetta, visto che ti stai impegnando a capire come funzionano i MEME.... :)) cosa si fa dopo aver partecipato? Si invita un certo numero di persone?? Spero non tante perche' le mie conoscenze nella blogosfera sono ancora abbastanza limitate! :) Baci, Elvira

LiscaDemì ha detto...

"4 – Fagiolini con cipollotto fresco – se non si hanno appuntamenti romantici"

Aggiungerei: per tre o quattro giorni dopo..

Ciboulette ha detto...

fffffatto!!!!

PS; ma ti ho colonizzato il blog oggi ;P

marcella candido cianchetti ha detto...

buon fine settimana

Ciboulette ha detto...

Ciao Elisabetta,
manchi da un po', spero tutto ok...
Ti ho invitatato ad un MEMino, passa a vedere!!Baci

gds75 ha detto...

avevo dimenticato il mitico pane sale e olio... alrtro che merendine a metà pomeriggio!!!!
birra e taralli solo se i taralli sono znogna e pepe pieni di mandorli e se la birra è peroni e se il tutto lo si consuma passeggiando per mergellina!!!!

gds75 ha detto...

sai che ho trovato le tigelle sotto casa mia?

Elisabetta ha detto...

Allora mi raccomando: pesta lardo e rosmarino per il pesto modenese. Scalda le tigelle (nel tostapane vengono bene) aprile che sono belle calde, spalmaci sopra il pesto e cospargi di parmigiano reggiano, richiudi... il festival del colesterolo!

Cannelle ha detto...

In Calabria le fave fresche si mangiano con pane casereccio, pancetta e cipollotti freschi(naturalmente se non si deve uscire subito dopo) ma il sapore è unico quindi vale la pena farsene una scorpacciata dato che poi bisogna aspettare la primavera successiva!
E'stato un piacere visitare il tuo blog!!!

LiscaDemì ha detto...

Il suggerimento di scaldare le tigelle prima, e farcirle poi non è peregrino: una volta le ho aperte, riempite di marmellata e scaldate nel tostapane...

E' stato un po' complicato mangiarle!

(però erano buone)

Elisabetta ha detto...

Cara Cannelle, questa la devo provare, non vedo l'ora che arrivi la stagione delle fave. Bello il tuo blog, mi sa che ti copierò tutte le ricette di pesce perchè io sono una vera frana!!
Grazie della visita, appena ci riesco ti linko.
Bacioni
p.s. liscademì... non dirmi che hai anche il tostapane verticale...

LiscaDemì ha detto...

Betta..
certo! se no che gusto c'è ad acchiappare la tigella rovente che rotola via appena tiri fuori la pinza che dovrebbe trattenerla?

;)