martedì 2 dicembre 2008

Metti una sera d'autunno...


Metti una sera d'autunno. Metti che hai ricevuto da un mai troppo benedetto amico un sacchettone di castagne da lui stesso raccolte. Metti che le hai fatte arrostite. Metti che ne hai mangiate fino a scoppiare, scottandoti le mani mentre cerchi sbucciarle per mangiarle ancora calde. Metti che nessuno in casa riesce a mandarne giù un altra, pena l'esplosione immediata dello stomaco. Metti che ti avanzano quella decina di castagne arrostite che ormai son diventate fredde e dure come il marmo. Metti che le sbucci e le metti da parte in dispensa, combattendo con chi vuole buttarle via perchè ormai, così come sono, sono immangiabili. Metti che ti ricordi di aver letto una ricetta che fa proprio al caso tuo. Metti che la ritrovi, ringraziando gli dei telematici o chi per essi ha inventato i foodblog. Metti che accetti anche il consiglio della pancetta arrostita. Metti che fai un pranzo da re probabilmente irripetibile. Viva l'autunno, gli amici e i foodblog.


RISOTTO ALLE CASTAGNE FOSSILI, SCAMORZA E PANCETTA

Ingredienti per 2 porzioni

120 g di riso
10-15 caldarroste
50 g di scamorza affumicata
Qualche fetta di pancetta tagliata a listarelle
brodo vegetale
scalogno
olio evo
burro
sale
rosmarino
vino bianco

Far bollire qualche minuto le castagne nel brodo per ammorbidirle un po'.
Affettare sottilmente lo scalogno e farlo appassire in una padella con poco olio evo e un rametto di rosmarino, aggiungere il riso e farlo tostare (ovvero ripassatelo nell'olio per qualche minuto), quindi bagnare con mezzo bicchiere di vino bianco e lasciare sfumare.
Cominciare a bagnare con il brodo (avendo cura di pescare le castagne) di tanto in tanto fino a portare il riso a cottura. Nel frattempo, far dorare la pancetta in un padellino antiaderente.
Raggiunta la cottura versare nel riso la scamorza tagliata a tocchetti un'abbondante grattuggiata di parmigiano ed un tocchetto di burro e mantecare. Servire decorando con la pancetta.

7 commenti:

Mirtilla ha detto...

metti che sei bravissima e hai una spiccata creativita'..ecco cosa ne viene fuori!!!
complimenti

manu e silvia ha detto...

Ciao! questa sì che è una bellissima idea per riutilizzare l e castagne avanzate!!! ce la segnamo subito...potrebbe trnarci molto utile!!
baci baci

Sandra ha detto...

Sei un mito! Se non fosse che saremo strapieni nei giorni di festa sarei quasi tentata dal farti una proposta indecente tipo..quando vieni da me ci mettiamo ai fornelli insieme??? :D Tu fai e io guardo :D :D
Sandra

Viviana ha detto...

allora: c'è una raccolta di rossa di sera che fa per la tua ricetta, perchè raccoglie le castagne...
non è che gliela mandi velocaemten che così mi togli dalla mente l'idea di partecipare io con la delizia appena cerata da te :PPPP
un bacioneeeeee

Carolina ha detto...

Mi fa proprio comodo questa ricetta. Ho una tale quantità di castagne da smaltire...

Elisabetta ha detto...

Ragazze mie mi fate arrossire :P

Cara la mia Sandra, smaltite le feste ti aspetto da queste parti per un rave in cucina!!

Viviana, sei molto gentile, l'avevo vista la raccolta di rossa di sera, è che mi sembra strano partecipare con una ricetta tratta da un altro foodblog... dici che vale la piccola rielaborazione a conferire originalità?

Un bacio grande a tutte!!!

Tulip ha detto...

Sono contenta del tuo esperimento...e grazie per i link!!