giovedì 8 gennaio 2009

One potato, two potato....


Non so da voi, ma in queste vacanze di natale da me si è davvero esagerato, pardon, onorato la tavola. Insomma, non abbiamo tolto la testa dal piatto dal 24 al 29 (estremi inclusi)!! Che volete, i parenti e gli amici sono tanti, ognuno ti vuol festeggiare visto che è tanto che non ci vediamo ecc. ecc. E poi, insomma, anche quando avevamo programmato un pranzetto light, abbiamo scoperto che il locale dove volevamo andare a mangiare una caprese (l'insalata, non la torta, malpensanti!!) ha chiuso bottega da un po', quindi non è colpa nostra che gira che ti rigira siamo finiti a pranzare alla Friggitoria Vomero... Sì, vabbè, poi abbiamo anche bissato la sera, cosa non si fa per gli amici (Ciao Giò!! Ciao Orsola!!)
Quindi ora basta, il girovita è meglio non misurarlo per un po', e cercare di porre rimedio. Non parliamo proprio di dieta, visto che sarei assolutamente incapace di seguirla, ma di qualche ricetta un po' più light rispetto all'ultimo mese.
Cosa non può mancare in una dieta? Gli snack spezzafame!! Ma d'inverno sgranocchiare carote crude non è il massimo, e quindi finisce che poi mi faccio tentare da cose pià caloriche. Uno snack deve essere sfizioso e saporito altrimenti fa passare la voglia!!
Per cui ecco a voi la regina delle cose-che-non-si-dovrebbero-mangiare-da-tanto-che-fanno-male-ma-sono-tanto-tanto-buone... la patatina fritta. In versione non fritta. Ma croccante lo stesso. Giuro. Lo so che la patata è un po' calorica come alimento, ma i carboidrati saziano e migliorano l'umore e poi non c'è neanche una goccia d'olio!!
La ricetta originale l'ho trovata qui, un blog vegano pieno di spunti e di idee!!



PATATE FRITTE NEL MICROONDE

1 patata
sale
Spezie a piacere: paprika, pepe di cayenna, chili macinato ....

Sbucciare la patata (si può anche lasciare la buccia, se è sottile e piace). Affettare sottilmente la patata. Questo è un punto critico, la ricetta originale dice di affettarle il più sottilmente possibile, io trovo che vengano meglio (e diano più soddisfazione!!) non troppo sottili, un mezzo millimetro, ecco. Vi conviene fare qualche tentativo. L'importante è che le fette siano tutte di uguale spessore!!
Rivestire il piatto del microonde con cartaforno (o usare una teglia tonda in silicone, benedetto che l'ha inventato!!! ;) e disporre le fettine di patata a corona, procedendo dall'esterno verso l'interno, senza farle sovrapporre. Tenete conto che facendo più giri si modificano i tempi di cottura che sono fontamentali. Io di solito mi limito ad un paio di giri (nella foto ho riempito tutta la teglia e infatti non si sono cotte bene). Salare e cospargere le patate delle spezie preferite.
Mettere nel microonde e farlo andare alla massima potenza tenendo d'occhio le patate: si deve spegnere quando cominciano ad apparire delle macchioline marroni. Nel mio microonde, per i due giri di patate suddetti, ci vogliono circa 3 minuti, ma dipende dalla quantità di patate. Spegnere il microonde e far riposare per 1 minuto. Riaccendere il microonde alla massima potenza e cuocere finchè saranno dorate (a me sono bastati solo altri 3 minuti di cottura). Occhio a non bruciarle.
Ripetere il procedimento fino a esaurimento delle fettine.


Mi ci è voluto qualche tentativo per riuscirci (ma posso assicurarvi che nessuna patata è andata sprecata...) ma alla fine avevo delle croccantissime patatine non fritte.
L'autrice suggerisce anche una variante all'aceto, immergendo ogni fettina in aceto di mele prima di cuocerle. Non l'ho ancora provata ma qualcosa mi dice che sarà uno dei prossimi esperimenti...
E visto che Viviana ha concesso una proroga ai ritardatari, questa ricetta la iscrivo nella sua raccolta!!
Powered by BannerFans.com

5 commenti:

Ciboulette ha detto...

Eli questi Barbatrucchi mi piacciono troppo, e queste patate le farò di sicuro domenica come contorno!

Poveri tapini, immagino che tristezza mangiare alla friggitoria Vomero!!!! :)))

Un bacio cara!

Mikamarlez ha detto...

mmm..interessante...mmm...patate fritte non fritte...mmm...fritto...ahhhh...bava...provare, provare, provare. Un sacco di baci e auguri in straritardo. lety

Mirtilla ha detto...

il mio cibo preferito!!

Anonimo ha detto...

Se non avessi già centato, le proverei subito! ;-)
Bacioni Orsola

Elisabetta ha detto...

Che vuoi, ciboulette, sì, una tristezza, è uno sporco lavoro ma qualcuno deve pur farlo, insomma, certi luoghi sacri vanno debitamente onorati :P

Ciao a tutte e fatemi sapere dei vostri esperimenti

bacibaci