mercoledì 10 giugno 2009

Una falla nel sistema

Il sedentario lavoro che faccio è piuttosto interessante ma lascia poco tempo per le proprie passioni. Credo sia un problema comune a molti. Ovviamente non si può rinunciare al proprio lavoro.
Si cerca quindi di coltivare le proprie passioni nei ritagli di tempo. Niente di trascendentale. Coccolare un po' il marito, curare un po' la propria casa, tentare di fare crescere qualche piantina, preparare uno sciroppo di menta, ricamare un bavaglino per l'amica che ha avuto un bebè.
La sedentarietà, però, sembra stia minando il mio fisico al punto da rendere quasi impossibile fare altro nel tempo libero. La soluzione è sacrificare del tempo libero alla palestra per ovviare ai guasti della sedentarietà di un lavoro moderatamente interessante per essere abbastanza in forma per fare delle cose che a causa della palestra e del lavoro probabilmente non avrò il tempo di seguire con l'attenzione che vorrei.
Ora, io so di essere, come direbbe Harry (l'amico di Sally), una donna "a falso basso mantenimento" e di pretendere a volte la luna, però mi sembra ci sia una falla nel sistema. E non credo valga solo per me. La luna forse è troppo, ma credo che tutti avremmo diritto al pane. E alle rose.


4 commenti:

Ciboulette ha detto...

ah ah ah, sei in un loop senza uscita!!!

Sai che io non sono mai riuscuta a collocarmi nella teoria del mantenimento, o meglio, mi sarebbe sempre piaciuto essere ad alto mantenimento, ma in realta' sono basso mantenimento con sponde di sicurezza :)
Ti abbraccio!

Mirtilla ha detto...

sei troppo forte!!!
buon week ;)

Gunther ha detto...

si non è facile riuscire a gestire le cose sedentarietà e alimentazione

Elisabetta ha detto...

Ciao Ciboulette! Magari ci inventiamo delle categorie apposta, d'altronde mica ci possiamo mescolare alla folla o no??

Grazie Mirtilla, ci salviamo ridendo :D

A chi lo dici Gunther... mi toccherà cucinare sulla cyclette :)