giovedì 10 dicembre 2009

Nessuno è perfetto



Salta le chiacchiere e vai alla ricetta: Salsa Harissa

F. è il mio pusher di verdure biologiche e biodinamiche. F. ogni settimana, mi consegna una cassettina piena di bontà. F. è simpatico, preparato e disponibile. F. sopporta tutte le mie domande sceme. F. consiglia, racconta e spiega. F. parla delle sue piantine con l'amore di chi vi dedica tanta fatica e ne trae molta soddisfazione. Mi spiega che ci sono poche insalate perchè in questo periodo ci sono le lepri che fanno razzia. Che la settimana prossima forse vedremo le prime melenzane. F. ha un negozietto molto vicino a casa dove trovare tutte quelle cosine esotiche tipo agar-agar, alga nori, miso d'orzo e stranezze simili per reperire le quali, altrimenti, occorre recarsi nei capoluoghi, solitamente lontani dai miei percorsi. Il negozietto di F. qualche tempo fa, era insolitamente... rosso.
Gli chiedo se non hanno piantato un po' troppi peperoncini piccanti: solo in negozio ce ne sono tre cassette. F. si rabbuia. Gli hanno mandato i semi sbagliati e se n'è accorto quando sono spuntate le piantine. Ridiamo insieme. Nessuno è perfetto. Poco male, ho la ricetta giusta per liberarti di un bel po' di quelle bombette piccanti.


SALSA HARISSA


Tratta e adattata da qui.
250 gr peperoncino rosso piccante
4 spicchi d'aglio
3 cucchiai di prezzemolo
1 cucchiaio di coriandolo secco in polvere
1 cucchiaio di foglie di menta secca
1 cucchiaio di semi di carvi
olio evo
1 cucchiaio di sale fino

L'harissa (in arabo vuol dire "pestato") è una salsa a base di peperoncino rosso che dà il gusto piccante e il colore rossiccio a molti piatti della cucina Nordafricana, particolarmente della Tunisia. La si può acquistare già pronta per l'uso, ma tradizionalmente si prepara in casa in un modo non eccessivamente difficoltoso. Togliere ai peperoncini i piccioli e i semi e lasciarli in un po' d'acqua per un'ora. Trascorso questo tempo, sgocciolarli e pestarli con gli ingredienti o, per fare più in fretta, versare tutti gli ingredienti nel mixer dopo aver mondato l'aglio, agiungendo un filo d'olio. Ricavate un composto molto denso e conservarlo infine in frigorifero in un barattolo di vetro.
Ogni volta si preleva un po' di salsa, versare sempre un po' d'olio sulla superficie, in modo che la conservazione dell'harissa sia più sicura.

L'harissa è ottima sulle zucchine al vapore, ad esempio, o per dare un gusto un po' esotico al minestrone. La ricetta originale prevede le foglie di coriandolo al posto del prezzemolo ma sinceramente... il coriandolo fresco ha un sapore (e soprattutto un odore) tremendo :(
I semini dei peperoncini di solito li butto ma essendo la parte più piccante probabilmente si potrebbero seccare e tritare per ottenere una polverina... atomica!!
Infine, se cercate F. lo trovate al circolo Arci "Il Gelso" (indirizzo qui a fianco) tutti i giorni dalle 17.00 alle 20.00 e il sabato dalle 9.00 alle 12.00

2 commenti:

A.A. ha detto...

E' bello avere spacciatori di fiducia, peccato che sia pieno di imbroglioni!

3di15 ha detto...

Sì, è vero, A.A. occorre un po' di occhio ma... da queste parti solo roba di prima qualità :P
p.s. si vedono gli effetti?!?