martedì 21 luglio 2009

Non è una scusa

L'ho fatto anch'io e ora faccio outing e me ne vergogno. Si dice che i noccioli delle prugne/pesche/albicocche/[...] siano degradabili.
Non è una scusa per lasciarli dove capita.
Chi mi conosce sa che ho un attegiamento piuttosto morbido nei confronti del fumo: ognuno ai propri polmoni fa quello che gli pare. Appunto, ai propri. Ma lasci in pace la terra, si riporti a casa quelle maledette cicche. No, in riva al mare spesso non ci sono cestini, posaceneri, e simili.
Non è una scusa.
Non capisco perchè sia normale, per chi passeggia in montagna, riportarsi indietro la propria spazzatura e non lo possa diventare anche in riva al mare. Troverete sempre qualcuno che si comporta peggio di voi, certo.
Ma non è una scusa.
Niente merita di essere deturpato da mozziconi di sigaretta, buste di plastica e altre dimenticanze, e questo sugli scogli quasi incontaminati di Pantelleria salta, forse, più dolorosamente agli occhi.
Sono una persona mediamente tollerante, ma sui proprietari dei mozziconi di sigaretta che galleggiavano al laghetto delle Ondine ho invocato i proverbiali fulmini di padre zeus.
Cari turisti (e non), non c'è scusa per lasciarvi indietro le vostre monnezze, nè qui, nè altrove.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

hai perfettamente ragione, io pulisco ogni giorno il marciapiede e la strada davanti a casa mia. Basta poco, un po' di impegno.
Ciao, Renata

Anonimo ha detto...

Io, fumatrice accanita, vado in giro con un comodissimo posacenere portatile che risolve alla grande il problema! Approfitto del tuo post per consigliarlo a tutti quelli che come me non riescono a fare a meno di avvelenarsi i polmoni, ma non hanno NESSUN diritto di avvelenare i paesaggi!
Baci Orsola

Elisabetta ha detto...

Sono con te, Renata, basterebbe veramente poco!!

Grande Orsola!! Da oggi sei la mia fumatroce preferita!! :)
P.S. se smetti è meglio però :D